Mercoledì 25 settembre 2013

 

            La giornata è iniziata come al solito alle 7,30, quando capitolari, invitati e collaboratori, si ritrovano nel Santuario per celebrare le lodi integrate nella messa. Presiede fra Noël M. Rath, delegato francese della Provincia di Piemonte e Romagna, incaricata di animare la liturgia in questo giorno. Nell’omelia fra Noël M., prendendo spunto dalle letture del giorno (Esd 9, 5-9; Lc 9, 1-6) ha invitato a riporre la nostra fiducia in Dio: come il popolo di Israele, anche il nostro Ordine è piccolo ma è amato dal Signore che lo colma di molte grazie, nonostante i limiti dei suoi membri. Quindi l’invito alla missione, come quella che Gesù ha affidato ai suoi discepoli, che secondo lo stile dei Servi di Maria è caratterizzata dal servizio, dal dialogo e dalla presenza di santa Maria, la prima evangelizzata e la prima evangelizzatrice.

            Dopo la colazione per tutta la mattinata sono proseguiti i lavori delle Commissioni. Al termine del pranzo è stato servito un buon gelato con lamponi, offerto dalla Provincia SS. Annunziata.

            I lavori capitolari in aula sono ripresi alle 15,30, introdotti dalla preghiera del Salmo 110, guidata dal liturgista del Capitolo. I capitolari applaudono in segno di augurio per fra Hubert M. Moons e per fra Camille M. Jacques, che in questo giorno festeggiano rispettivamente 47 anni e 30 anni di professione solenne. Quindi i lavori procedono con la presentazione dei primi testi che andranno a costituire le dichiarazioni e i decreti del Capitolo generale che orienteranno la vita dell’Ordine nel prossimo sessennio. Tocca per primo a fra Hubert M. Moons a relazionare per la Commissione A (Costituzioni / Direttorio generale), la quale ha strutturato il suo lavoro in tre punti: 1. Indicazioni della Commissione rispetto ai Decreti del CG2007 che devono essere trattati da altre Commissioni; 2. Riproposizione del Decreto n. 73 del Capitolo generale 2007 (proposta di celebrazione quadriennale dei Capitoli provinciali e vicariali); 3. Scorporo Costituzioni / Direttorio generale. Dopo le domande di chiarimento, la discussione nei Gruppi di riflessione con la successiva condivisione in aula capitolare, e infine gli interventi di reazione da parte dei vocali, le proposte sono state messe ai voti. In riferimento alla possibilità di postulazione della rielezione del Priore generale per un terzo mandato consecutivo, da sottolineare che questa è stata approvata dai capitolari, mentre è stata respinta l’analoga proposta relativa ai Consiglieri generali. Tutte le altre proposte della Commissione sono state approvate in questa prima votazione, quindi rinviate alla Commissione competente per le necessarie integrazioni suggerite dai modi.

            I lavori sono proseguiti con la proposta di un testo sulla vita comune elaborato dalla Commissione B, presentato in aula da fra Stefano M. Mazzoni, relaziona per la Commissione B. Dopo il solito iter previsto dal Regolamento, che comprende le domande di chiarimento, la discussione nei Gruppi di riflessione con la successiva condivisione in aula capitolare, quindi gli interventi di reazione da parte dei vocali, il testo è stato approvato in questa prima votazione. Anche in questo caso è necessario un ritorno in Commissione per le necessarie integrazioni suggerite dai modi. Alle 18,40 si sono conclusi i lavori capitolari della giornata, seguiti dai Vespri presieduti da fra Gino M. Leonardi, Priore provinciale della Provincia di Piemonte e Romagna.

            Dopo la cena, mentre la Segreteria è stata ancora un po’ di tempo impegnata nella preparazione dei lavori della successiva giornata capitolare, la serata è proseguita con il dialogo libero e fraterno.

 

fra Stefano M. Viliani (verbalista)