Giovedì 26 settembre 2013

 

            Alle 7,30 i capitolari, insieme agli invitati e ai collaboratori, si sono ritrovati nella chiesa del Santuario per la celebrazione delle lodi integrate nella messa, presiedute da fra Ricardo M. Silva Aranda, Priore provinciale della Provincia Santa María de los Andes, incaricata di animare la liturgia in questo giorno. Nella sua omelia, pronunciata in diverse lingue, fra Ricardo, prendendo spunto dal Vangelo di Luca proclamato nella Liturgia della Parola (Lc 9, 7-9), fra Ricardo osservava che questa ci spinge ancora una volta a porsi la domanda sul mistero di Gesù, domanda in grado di guidarci alla conoscenza non meramente teorica di Gesù, ma anche allo stesso contatto esperienziale di lui, sviluppando questo tema. Quindi ha concluso:

Pidamos a Dios que nuestras vidas plasmadas por la presencia del Espíritu Santo en sus múltiples funciones, como en Santa María, nos ayude a hacer de nuestro testimonio de vida catequesis viva por la cual hacemos sentir Jesús a las demás personas, así como en el evangelio, en los distintos contextos históricos que nos toca vivir y en cualquier cultura y lugar geográfico. Nuestro carisma fundacional constituye un valiosísimo instrumento para este fin, pues procesa el evangelio en las distintas expresiones de nuestra tradición mendicante hasta hoy.

            I lavori capitolari, iniziati alle 9,30, si sono presentati particolarmente impegnativi in questa giornata, per la presentazione dei testi delle Commissioni per una prima valutazione e votazione da parte dei capitolari. Relaziona per primo fra Lorenzo M. Tanganelli per la Commissione C (Famiglia Servitana e Chiesa), la quale ha strutturato il suo lavoro in dieci punti.

Quindi è stata la volta di fra David M. Mejía Cisneros, che ha relazionato per la Commissione D (Formazione / Formation), articolando le proposte in titoli specifici: Personal Development of the Servant of Mary, Vocation Promotion, Initial Formation, Permanent Formation, Training Formation Personnel, A Pluricultural perspective, International Formation Communities, Centers of Study and Documentation, Regents of Study, Equality in Community. Dopo ciascuna delle due presentazioni sono seguite le domande di chiarimento, la discussione nei Gruppi di riflessione con la successiva condivisione in aula capitolare e gli interventi di reazione da parte dei vocali. Quindi le proposte sono state messe ai voti.

            Alle 15,30 i lavori sono ripresi, introdotti dalla preghiera dell’Ave Maria guidata dal Liturgista del Capitolo. Dopo aver completato la prima presentazione della Commissione D, è toccato a fra Attilio M. Carrella presentare i testi preparati dalla Commissione E (Comunità generalizie / General Houses), formulando proposte su: Monte Senario, Marianum e Terra Santa.

            Infine fra Paolo M. Orlandini ha relazionato per la Commissione F (Struttura dell’Ordine / Structure of the Order), riproponendo i decreti del Capitolo Generale 2007, debitamente rivisti e aggiornati, strutturati in quattro temi: 1. Conferenze regionali: ruolo di animazione del Coordinatore regionale; accompagnamento del consigliere di riferimento; 2. Ristrutturazione/cammino verso una maggiore collaborazione e l’unificazione di giurisdizioni; 3. Segretariati ed Ufficiali generali: il Consiglio generalizio veda la loro organizzazione (numero) e la loro programmazione sessennale (compiti); comunicazioni; 4. Economia: nuovo sistema o strategia? Quindi, al termine di ogni presentazione da parte dei relatori, anche durante i lavori pomeridiani, sono state formulate domande di chiarimento, alle quali è seguita la discussione nei Gruppi di riflessione con la successiva condivisione in aula capitolare, per terminare con gli interventi di reazione da parte dei vocali e la loro prima approvazione con votazione. Solo per la Commissione D non è stato possibile completare l’iter previsto, da portare a termine nella giornata di domani. Tutti i testi approvati dovranno ritornare in Commissione per le necessarie integrazioni suggerite dai modi. Alle 19,30 si è tenuta la preghiera vespertina, guidata da fra Sergio M. Mendoza della Provincia Santa María de los Andes: il momento di preghiera si è svolto in maniera originale, con la lettura a più voci de La preghiera degli uomini sacri, seguita dal canto del Magnificat e dalla recita del Padre nostro.

Durante la cena si è celebrato il compleanno di fra Giuseppe M. Zaupa, al quale i capitolari hanno formulato con un canto i loro auguri per i suoi 60 anni: occasione buona per mangiare un’ottima Sachertorte e bere un buon prosecco fresco. La serata è continuata in un clima fraterno e amicale.


fra Stefano M. Viliani (verbalista)